The Nightfly – Special Edition

5 10 2007

The Nightfly - Special EditionSi rinnova anche quest’anno l’appuntamento con una delle compilation più esclusive e raffinate: “The Nightfly“, creata dal musicista e DJ di Radio Monte Carlo, Nick The Nightfly. La compilation, racchiusa in un elegante cofanetto bianco, si compone di 3 CD denominati “Yesterday”, “Today” e “Tonight”.

Nel primo disco “Yesterday”, Nick rispolvera un po’ di brani del passato anche non tanto lontano, quelli che passano di mente, ma che si riascoltano sempre con piacere. Da citare uno su tutti sicuramente è “Take five” nella versione di Grover Washington Jr, belle anche le recenti “Down on my knees” di Ayo e “Misread” dei Kings of Convenience.

Il secondo disco “Today” propone un sound più fresco e attuale dove si alternano Jazz ed Elettronica. Oltre al fenomeno della passata stagione Mario Biondi, il nostro Bel Paese è rappresentato da Sergio Cammariere e dagli emergenti Fabio Nobile e Gianluca Pighi. Belle anche li riproposizioni di “The look of love” di Nina Simone e di “Metti una sera a cena” di Deodato e Daniela Mercury che omaggiano il Maestro Ennio Morricone.

Il terzo disco “Tonight” è pensato per coccolarvi nei vostri momenti di dolcezza a fine giornata. Che atmosfere con Aaron Neville, Chaka Khan e Jamiroquai. Particolarmente azzeccate Bill Withers con “I want to spend the night” e la chitarra magica di Mario Berger in “Hawaii”.

Nel complesso direi una selezione musicale soddisfacente, probabilmente dei tre CD, solo il primo avrebbe richiesto qualche chicca in più. Il resto è la consueta classe del packaging che accompagna ogni uscita di Radio Monte Carlo: yeah nice one!

Cos’altro aggiungere…Buona vita da Nick The Nightfly!

Annunci




Gino Paoli – Milestones: Un incontro in Jazz

5 09 2007

Gino Paoli - Milestones: Un incontro in JazzIl nuovo disco di Gino Paoli dal titolo “Milestones: Un incontro in Jazz”, pubblicato lo scorso Maggio, lungi dall’essere il solito best of che siamo soliti trovare nei negozi, è piuttosto un istantanea, un ricordo di un evento live davvero unico nel suo genere.

Il disco infatti è stato registrato in occasione del concerto tenutosi al Teatro Soresina di Cremona, nel quale Gino Paoli è accompagnato da 5 tra i più grandi jazzisti italiani:
Enrico Rava (tromba), Flavio Boltro (tromba), Danilo Rea (piano), Rosario Bonaccorso (contrabbasso), Roberto Gatto (batteria).

Un ritorno ad un vecchio amore per Gino Paoli che, grazie ad un gruppo d’eccezione, ripercorre i suoi classici in chiave jazz. “Sapore di sale”, “Che cosa c’è”, “Una lunga storia d’amore”: questi sono solo alcuni dei brani presenti nel cd, risuonati in una chiave più intima e minimalista. Come se non bastasse, per gli amanti del genere, il gruppo si misura in tre classici del jazz: “Time after time”, “I fall in love too easily” e “Stardust”.

Bello, bello davvero questo disco…che classe e che atmosfere! Una perla nella discografia di Gino Paoli. Decisamente consigliato, sia per chi è affezionato ad uno dei più grandi artisti della musica italiana, per i più giovani che magari vogliono iniziarlo a conoscere, per quelli a cui piace o si avvicinano per la prima volta al jazz.





Lira – Feel good

24 08 2007

Lira - Feel good Importato dall’etichetta discografica milanese New Music International arriva in Italia l’abum di Lira dal titoto “Feel good”. Il suo nome è un nome nuovo per noi, ma non per il mondo musicale del Sud Africa.

L’album uscito nell’autunno 2006 ha subito raggiunto la vetta della classifica, ed ancora oggi è presente nelle primissime posizioni. Nel suo paese Lira è una delle più intense r’n’b singers. Molti la considerano una grande promessa…e lei non ha deluso!

Soulful, jazzy, pop: questa è Feel good, la title track dell’album. Ritornello fenomenale e incancellabile, testo ricco di gioia e ottimismo. Sensuale.

Il resto dell’album, composto in tutto da 14 brani, va dalla bossa nova groove di “Dance of life”, ai toni jazzati di “Typical”, fino alle atmosfere scure e intense di “Twisted”. Inoltre, essendo molto legata alle sue origini, Lira non fa mancare una serie di brani dal mood effervescente e giocoso rigorosamente in lingua madre.

Davvero un ottimo lavoro dunque per l’artista sudafricana, un disco assolutamente consigliato! Piacevole da ascoltare, perfetto per accompagnare con gran classe un inizio serata o una cena.





Mo’ Horizons – Sunshine today

8 06 2007

Mo' Horizons - Sunshine today È disponibile dalla prima settimana di Giugno, il nuovo album dei Mo’ Horizons dal titolo Sunshine today. Quarto album all’attivo per il duo tedesco, il primo che segna la nascita della loro personale etichetta, la Agogo Records.

A dispetto della loro origine, in questi anni di attività discografica, i Mo’ Horizons si sono contraddistinti per un sound tutt’altro che rigido, riuscendo a mescolare musica latina, jazz, funk, afro con elementi elettronici.

Il nuovo album non tradisce le aspettative. Si va dallo spiritual soul della title track dell’album “Sunshine today”, ai richiami gitani di “Ay y n’ama”, alla cubana “Tu fiesta personal”, passando per il funk di “Brandnew shoes”, fino ad arrivare alla cover tutta salsa della storica “Lovely day” di Billie Withers .

Il titolo dell’album, Sunshine today, rispecchia in pieno il contenuto dell’album. E’ un disco bello, solare. Le 13 tracce che compongono l’album, scorrono via veloci, senza mai stancare e sono tutte di buona fattura. Consigliato dunque per la stagione estiva!





Cafè del Mar XIV

7 06 2007

Cafè del Mar vol.XIVPuntuale come ogni anno, con i primi caldi, ecco arrivare l’ennesimo episodio della serie Café del Mar, giunto quest’anno al volume 14.

La compilation che si presenta nella consueta confezione in digipack, si compone di 31 brani divisi in 2 CD, prevalentemente di genere chill-out e down tempo.

Quest’anno una selezione raffinatissima, molto legata ai suoni latini, in grado di far rivivere atmosfere di tramonti estivi. All’interno della compilation infatti si fondono corde di tranquille chitarre, delicate percussioni e malinconiche fisarmoniche in un mix davvero molto particolare.

Consigliata quindi sia agli amanti del genere ma anche a chi si avvicina per la prima volta ad una serie che ha fatto la storia della musica chill-out, per un rilassante ed esclusivo doposole!





Groove Armada – Soundboy Rock

6 05 2007

Groove Armada - Soundboy Rock Anticipato dal singolo “Get down” in rotazione da qualche giorno in tutte le radio, esce domani il nuovo album dei Groove Armada dal titolo “Soundboy Rock”.

L’album segna il ritorno sulla scena musicale del duo inglese composto da Andy Cato e Tom Findlay, dopo i successi dell’ultimo album di inediti “Lovebox” del 2002.

Il nuovo album che si compone di 17 brani, è fedele allo stile che da sempre caratterizza il sound dei Groove Armada: elettronica allo stato puro! Oltre a brani un po’ più dance (“The things we could share”, “Drop that thing”) il disco alterna pezzi chill-out (“Paris”, “What’s your version”), hip-hop (“Get down”, “Hands up”) e reggae (“Soundboy Rock”) che sicuramente faranno gola a Dj e Remixer.

Un’ ultima curiosità riguarda l’artwork di copertina, elaborato al computer con la tecnica della pixel-art, dal team eBoy. Consiglio di visitare il loro sito web per scoprire piccole e minuziose meraviglie digitali.





Buddha-Bar IX

3 05 2007

Buddha-Bar IX Dal 16 Aprile in tutti i negozi di dischi Buddha-Bar IX, nono capitolo della serie, che ormai ha definito un “genere” diventato famosissimo in tutto il mondo.

Il perchè dell’uscita di questo nuovo episodio è presto detto: la prossima apertura di un nuovo Buddha-Bar in Inghilterra, nel mese di Settembre…e allora, quale migliore occasione per festeggiare?! Per l’occasione, da segnalare anche il ritorno di Dj Ravin, già curatore di qualche precedente volume, e che proprio grazie al Buddha-Bar deve l’apice del suo successo.

La compilation, che si presenta nel consueto cofanetto cartonato, è divisa in due CD, denominati l’uno Royal Victoria, l’altro Barons Court. In linea di massima, l’impronta stilistica del primo CD non si discosta molto dai precedenti volumi, e rimane fedele ad un suono rilassante, con i tipici tratti orientaleggianti. Il secondo disco, è si più spinto, ma lascia un po l’Oriente e si spinge verso l’Africa, la Spagna, l’Argentina…lo preferisco! Tra i brani che mi sono piaciuti particolarmente voglio segnalarvi Cosmic Orient “La pila”, Djuma SoundSystem “Les dijins” e Parov Stelar “Charmbermaid swing” …non a caso presi tutti dal secondo disco

Bene…consigliare una compilation del genere? Si e no. Si, a chi magari a tutta la serie e non può farsi mancare questa nuova uscita, o a chi vuole un suond raffinato per il proprio locale. No, a chi fa un acquisto una tantum, a meno che non piaccia il genere o vuole una idea regalo…visto il prezzo che oscilla dai 30 ai 40 euro credo che in giro c’è qualcosa di meglio. La cosa che posso consigliare è sicuramente di dare un’occhiata al documento PDF reperibile cliccando qui, oppure visitare il webstore del Buddha-Bar dal quale è possibile ascoltare un’anteprima dei brani di questa e di tutti gli altri numeri della serie.